È stata la Fiat 1100 Sport Barchetta MM del Museo Nicolis di Villafranca di Verona la dominatrice del Concorso d’Eleganza Poltu Quatu Classic 2021. La vettura ha sfilato in Costa Smeralda con Silvia Nicolis e Riccardo Meggiorini al volante, equipaggio che ha conquistato il trofeo “Best in Show”, disegnato da Fabrizio Giugiaro.
    Questa automobile restaurata da Luciano Nicolis, aveva partecipato all’edizione del 1948 della 1000 Miglia storica e proprio questo dettaglio le ha permesso di aggiudicarsi anche il Premio Spirit of 1000 Miglia, riconoscimento assegnato ufficialmente da 1000 Miglia all’auto che meglio rappresenta l’essenza della Freccia Rossa e lo spirito che contraddistingue la corsa più bella del mondo.
    Complessivamente sono state 11 le Spiaggine che hanno animato la nuova classe Sex On The Beach, un vero e proprio cocktail di Beach Cars sotto il cielo della Costa Smeralda: a vincere la Dune Buggy Meyers Manx portata in concorso da Mark Porsche .
    Le Beach Cars durante il weekend sono state celebrate anche da Larusmiani con l’evento FuoriConcorso On The Beach a Porto Cervo, con altre auto da spiaggia che si sono riunite con quelle della nuova classe Sex On The Beach del Concorso d’Eleganza Poltu Quatu Classic alla Promenade du Port.
    Menzioni d’onore per la Fiat 850 Shellette Spiaggina (Premio Registro Fiat) del grande collezionista statunitense Stuart Parr e per la Fiat Panda-Stola Destriero (Premio Mauto) portata in Sardegna dalla stessa famiglia che l’aveva realizzata nel 1992 in due soli esemplari, uno destinato all’avvocato Agnelli e quello in concorso, tender dell’equipaggio dell’Off-Shore Destriero partito da Porto Cervo alla conquista del record Nastro Azzurro.
    Nella classe Rally Queens ha vinto la Lancia 037 gruppo B di Gianmario Francone, mentre il Pole Position Award del partner Pirelli è stato assegnato alla Subaru WRC del Console di Antigua Carlo Falcone. La kermesse 2021 è stata anche la prima occasione per ammirare da vicino il restomod della Datsun 240z realizzato da Garage Italia nella classe Back To The Future dedicata alle vetture oggetto di restauro non conservativo e che ha visto il successo finale della Maggiore 308M costruita a Forte dei Marmi sulla base della mitica Ferrari 308 GTS di Magnum PI.
    La Lancia Astura Cabriolet Pininfarina della collezione Lopresto ha vinto la classe Una Questione di Stile mentre la classe La Dolce Vita ha visto il successo della Lancia Aurelia B24S Convertibile di strada e corsa.
    E ancora, il premio Saint Moritz riservato all’auto più glamour dell’evento è stato assegnato alla Fiat 600 Jolly Ghia del collezionista tedesco Michael Gross.
    Nella classe Forever Young dedicata alle Youngtimer la giuria del concorso ha scelto la Ferrari 208 GTB Turbo di Alex Donnini, uno dei più noti istruttori di guida sportiva italiani.
    Il Trofeo ASI è stato assegnato alla Fiat 1100 TV del collezionista monegasco Fulvio Russo, mentre lo Spirit of Fiva Award è stato assegnato alla Mercedes 300 SL Roadster di Andreas Dünkel. Al concorso è stato assegnato per la prima volta anche il Premio Giugiaro destinato all’auto dal legame più forte con il grande designer piemontese e assegnato alla Asa 1000 GT Coupé di Daniele Ferrua.
    L’edizione 2021 è stata anche l’occasione per celebrare i 30 anni di carriera come designer di Fabrizio Giugiaro che ha portato in Sardegna il suo primo prototipo, la BMW Nazca M12 del 1991 insieme alla sua ultima creatura, la GFG Vision 2030 Desert Raid, presentata in anteprima dal vivo a Poltu Quatu Classic 2021. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA