La nuova Plus Four CX-T è un’auto sorprendente e soprattutto una Morgan come nessuno l’ha mai vista prima. Programmata per essere costruita in soli 8 esemplari del costo di 200mila euro ciascuno tasse escluse, questa versione è infatti destinata a competere nelle gare della specialità Rally Raid (come la Dakar) e in senso più ampio a trasferire agli appassionati di questo marchio britannico tradizionale la ‘libertà’ di guidare una Morgan su strade – o meglio percorsi accidentati e off-road – in precedenze precluse a questo roadster sportivo.
   

Già nel 1911, le auto sportive Morgan gareggiavano e vincevano nelle prove di trial (specialità britannica su strade non asfaltate) e da allora questo spirito di avventura è stato la chiave per plasmare il marchio Morgan.
    Punto di partenza, anzi elemento che ha permesso questa ‘divagazione’ ingegneristica, è la nuova piattaforma interamente metallica (prima si usavano ancora elementi in legno) CX-Generation, che è stata lanciata nel 2019 ed è alla base del modelli di produzione Plus Four e Plus Six. L’operazione Plus Four CX-T punta – è la stessa azienda di Malvern, nel Worcestershire, a dichiararlo – a dimostrare la capacità e la resistenza di questa nuova piattaforma CX-Generation.
    “Il team del design Morgan lavora da molti anni su nuovi concetti di veicoli – ha detto Jonathan Wells, head of design Morgan Motor Company – e circa 18 mesi fa, quando i nostri investitori e il Ceo Steve Morris, sono venuti in studio hanno osservato quanto sarebbe stato incredibile dare vita a uno di questi progetti. Tutto è nato interamente dal desiderio di creare un’emozionante auto britannica per l’avventura. La CX-T, come molti recenti modelli Morgan, dimostra la flessibilità del nostro design Morgan e comprende integrità storica, grandi capacità e un’estetica completamente nuova”.
    Morgan ha collaborato con Rally Raid UK, il noto costruttore di auto per la Dakar, per progettare insieme la Plus Four CX-T. Ogni auto viene costruita nello stabilimento Morgan, prima di essere sottoposta alla preparazione finale e all’installazione presso le officine di Rally Raid UK di Nearbank nell’ Huddersfield. La carrozzeria della Plus Four CX-T è stata modificata per massimizzare la capacità di carico dei ricambi e delle attrezzature e fornire un’adeguata protezione pilota e al passeggero.
    In particolare, il pannello posteriore della Plus Four è stato sostituito con un vano di carico per attrezzi e ruote di scorta, con pannelli laterali unici progettati per ricordare il classico Morgan a 4 posti. Vi sono collocate due robuste valigie impermeabili Pelican, una cassetta per attrezzi in alluminio Zarges, due taniche Rotopax da 11 litri oltre ai due gruppi ruota completi. Tutti i sistemi di montaggio e di fissaggio sono stati accuratamente progettati per essere resistenti e di facile accesso quando necessario. Naturalmente la preparazione Rally Raid comprende una batteria di fari supplementari, per illuminare a giorno anche i passaggi più difficili.
    Quando la Morgan Plus Four CX-T non è utilizzata per le gare il roll-bar a gabbia può anche essere adattato per trasportare attrezzature per il tempo libero come biciclette e tavole da surf, mentre i finestrini laterali rimovibili possono essere montati sul tetto del veicolo.
    Gli specialisti di Rally Raid UK sono intervenuti sulle sospensioni di serie per rinforzare tutti gli elementi (sono stati impiegati i bracci trasversali delle Plus Six) e creare una distanza libera da terra pari a 230 mm. Modificati anche gli archi passaruota per consentire la maggiore corsa delle sospensioni e ospitare le ruote tassellate. Le caratteristiche off-road sono state enfatizzate adottando anche elementi ammortizzanti con arresti interni, sviluppati da EXE-TC appositamente per la Morgan. Questi assemblaggi nascono dalle competizioni fuoristrada e sono calibrati per fornire l’equilibrio ideale tra comportamento e durata, per intraprendere viaggi mai tentati prima con un’auto sportiva Morgan.
    Naturalmente è presente un sistema di slitte sottoscocca in cinque pezzi, che comprende anche una protezione del motore, una del telaio posteriore, una della sezione centrale e una del sottoscocca posteriore. L’auto è inoltre dotata di un sistema di scarico su misura con uscita laterale posteriore che migliora l’angolo di partenza e contribuisce a 230 mm di altezza da terra. Il Plus Four CX-T – che resta una due ruote motrici – utilizza un differenziale elettronico Bmw X-Drive con software su misura, calibrato specificamente per l’applicazione.
    Il pilota può selezionare tre modalità a seconda delle condizioni di guida variando il grado di blocco applicato: Road apre completamente il differenziale, All-Terrain applica un blocco di circa il 45% (consentendo una certa distribuzione della coppia tra le ruote posteriori) e infine la modalità All-Terrain-Extreme blocca completamente il differenziale e fornisce una coppia uguale a entrambe le ruote posteriori. Anche il rapporto di trasmissione finale è stato accorciato per tenere conto dei pneumatici di diametro maggiore e adattarsi all’utilizzo off-road.
    Morgan Plus Four CX-T è già in vendita immediatamente e tutti i veicoli dovrebbero essere costruiti entro la fine del 2021. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA